Alla scoperta di un nuovo mondo

Accidental Poems - © Fulvio Bortolozzo 2010.

Un individuo stanziale e sedentario, la cui esistenza è immobilizzata nel tempo immutabile dei luoghi familiari e della routine quotidiana, non prova il minimo interesse nel soffermarsi ad annotare le infinite configurazioni di segni e di gesti provenienti dal mondo intorno a lui. Al contrario colui che trasforma la sua esistenza in un movimento permanente, in qualunque luogo si trovi, si sente sempre come un viaggiatore "straniero" alla scoperta di un nuovo mondo.
(Pier Francesco Frillici, Sulle strade del reportage)

.

Post popolari in questo blog

Una cultura fotografica.

La dittatura degli ignoranti.

Mi pare una sconfitta.