Cravero in Uganda.

Fino al 2 aprile prossimo è visitabile a Torino da Riccardo Costantini Contemporary una mostra personale di Claudio Cravero. Sono immagini fotografiche riprese in Uganda, durante la sua partecipazione ad una missione umanitaria dell'associazione Cute Project Onlus e finalizzate a sostenerne la causa.


Volti africani, scene di vita. L'iconografia è rischiosa, consumata da decenni di ripetizioni sul tema. Cravero ne esce bene perché rifiuta sia il semplice approccio documentario, sia la celebrazione ideologica dell'umanitarismo occidentale. Si sente un ossimorico "distacco partecipato" e non è poca cosa, anzi.






Post popolari in questo blog

Una cultura fotografica.

Sotto il vestito meno di niente.

La dittatura degli ignoranti.