NAUFRAGI.






















Rimane sempre un po' imbarazzante scrivere del proprio lavoro. Il filo da percorrere in equilibrio senza cadere nel vuoto dell'autocelebrazione è davvero sottile.

Per questo motivo mi limito alla notizia nuda e cruda: oggi ho completato il lavoro di edizione sulla serie Naufragi. Si tratta di fotografie prese lungo la costa tirrenica della provincia di Cosenza nel 2014 e, in ultima piccola parte, nel 2015.

Grazie a tutti. Da anni sono sostenuto in vario modo nel proseguimento delle mie attività dall'attenzione di persone sensibili e affini. Durante una vita umana è davvero difficile pretendere di più.

Post popolari in questo blog

Una cultura fotografica.

Sotto il vestito meno di niente.

La dittatura degli ignoranti.