Molto più di un diamante.

In occasione del Salone del Libro, da Jest a Torino è stata aperta un'esposizione di fotolibri apparsi nell'ultimo anno o poco più in quell'insieme di rivoli e ruscelli dell'editoria che fluiscono sovente in modo carsico attraverso le lande desolate del settore, occupate per lo più da titoloni celebrativi di gloriose mummie, meglio se di grandi dimensioni (Magnum) e piene di Contrasto.

Su due listarelle a parete si trovano allineate le monografie di 19 autori da sfogliare con calma e attenzione. A parte in una nicchia vicina all'ingresso c'è il germoglio del bookshop con i titoli in vendita: alcuni tra quelli esposti e altri ancora.


Già in post precedenti avevo scritto su alcuni di loro: Simone Donati (Hotel immagine)NastyNasty© e Domingo Milella. Di altri avrò occasione di scrivere in futuro. Ora però mi preme porre l'accento sulla vivacità culturale del fotolibro contemporaneo d'autore, o "d'artista" come chi è più sensibile alle quotazioni preferisce dire.

Le proposte offrono approcci molto diversi tra loro sotto tutti i punti di vista. C'è l'irruzione di una grafica non più solo editoriale, ma persino co-autoriale, sia nell'impaginazione sia nelle scelte oggettuali: carta, copertina, rilegatura, tipo di stampa, ecc. Poi anche il corpo fotografico è messo insieme secondo criteri svariati: reportage (quello più classico), narrativo/poetico (pseudoromanzesco o neoromantico), concettuale duro e puro, citazionista, ecc.

Insomma se c'è vita oggi sul pianeta Papalla dei fotografanti, essa è visibile più che altrove nei fotolibri d'autore, in specie se prodotti in casa o con piccolissimi editori. Il libro si conferma anche in questo millennio come oggetto culturale che può felicemente coniugare qualità, economia, diffusione e semplicità di fruizione e conservazione. Senza dimenticare che "guardare" un libro è un atto intimo, indipendente da luoghi e tempi altrui, completamente sconnesso da spam promopubnewfastnow non richiesto. Un libro è per sempre, insomma. Molto più di un diamante.


Last but not least
New Italian photobooks


NastyNasty©, Andrea Boscardin, Emanuele Camerini, Federico Carpani, Federico Clavarino, Alessandro Dandini de Sylva, Niccolò Degiorgis, Simone Donati, Marcello Galvani, Luca Massaro, Domingo Milella, Filippo Minelli, Vittorio Mortarotti, Nicola Nunziata, Massimiliano Tommaso Rezza, Andy Rocchelli, Antonio Rovaldi, Giovanna Silva, Michele Tagliaferri, Tommaso Tanini, Stefano Vigni.

Fino al 15maggio 2016.


JEST
Via Silvio Pellico 8 Torino
(Presso Fluxlab)
+39 3384706054
+39 3290907603
info@jestfotografia.net
www.jestfotografia.net

Orario: giov-dom 16.00–21.00
(può variare, verificare sempre via telefono)