Think globally.


Ci sono occasioni nelle quali merita davvero dire due parole su quello che si vive e questo blog rimane la sede giusta per dire le mie.
Ieri sono stato all'inaugurazione di una piccola e preziosa mostra allo Studiobild di via Cesare Lombroso 20/A a Torino.

Si tratta di fotografie prese da Laura Fiorio in una zona particolare di Berlino, dove nei decenni è venuta a crearsi una comunità di abitanti sui generis. L'abusivismo delle occupazioni e il carattere border line dei primi abitanti aveva prodotto una fama decisamente cattiva attorno a questo nucleo altrimenti urbano. Poi si invecchia, le comodità prendono un loro sopravvento, ci sono dei figli, il Comune trova formule per ricondurre in ambito più o meno legale il tutto ed eccoci ad un modello di residenza che possiede persino un suo fascino alternativo. Nelle immagini della Fiorio, si vedono degli interni, con i loro abitanti, e degli esterni.


C'è persino una simpatica "mappa del tesoro" disegnata da un grafico che aiuta ad orientarsi. Tre  fotografie d'archivio di Merit Shambach, in bianco e nero, danno conto del mood inquieto tipico degli anni Settanta da cui tutto origina.

Invito gli amici torinesi a farci una visita perché, come nella migliore fotografia documentaria, si può davvero "abitare" con gli occhi e la mente il mondo prelevato e messo lì per noi da Laura Fiorio.

In ultimo segnalo doverosamente che il progetto ha vinto il Premio Spazio Labò SI FEST #23 - Savignano Immagini Festival 2014 e che la mostra si inserisce all’interno della manifestazione Torino Incontra Berlino. La mostra è visitabile fino al 17 giugno prossimo tutti i giovedì dalle 15 alle 21.



All photos: ©2015 Fulvio Bortolozzo.

Post popolari in questo blog

Una cultura fotografica.

La dittatura degli ignoranti.

Mi pare una sconfitta.