SI FEST, domani è un altro giorno.


Sono stanco, giorno denso più del previsto questo venerdì inaugurale del SI FEST #23. L'organizzazione tiene, tutti si danno un gran da fare, con cortesia e disponibilità estrema: dal più fresco d'esperienza dei volontari fino ai curatori stessi, Stefania Rössl e Massimo Sordi, che stasera vedevo davvero molto provati dall'enorme mole di lavoro messo in cantiere, in specie con Laboratorio Italia. Chiaramente qualcosa sfugge sempre durante così grandi lavori in corso con così esigue forze in azione, e stavolta è toccato proprio a Questo Paese che non vede ancora attiva la propria installazione, occupata tra l'altro in parte dall'accastamento del necessario per una piccola zona bar da concerti. Non me la sono però sentita di prendermela con gli organizzatori, anche se ne avrei avuto ben ragione, perché sinceramente ho apprezzato l'idea e lo sforzo, caotico sì, di mettere insieme 35 realtà collettive, sperimentali ed estremamente interessanti attualmente attive nel fotografico in Italia. Mi dico che "domani è un altro giorno" e con questo auspicio viacolventiano dormirò stanotte.

Prima però di cedere al sonno, ecco QUI una piccola carrellata visiva dell'immersione iniziale al SI FEST.


.

Post popolari in questo blog

Una cultura fotografica.

La dittatura degli ignoranti.

Mi pare una sconfitta.