Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2013

Parco pubblico.

Immagine
Verso il tardo pomeriggio. Nei dintorni dei luoghi d'infanzia. Alcune cose le inseguo da decenni. Altre, come questo angolo di parco pubblico, mi appaiono per la prima volta. Vedo un chiosco sotto gli alberi. "L'oasi, Bar Pizzeria" dice il neon. Vedo gli alberi, gli avventori. Questo rapporto mi trattiene. La fotografia mi libera. Solo in studio, osservando la scena con attenzione vedo un simbolo padano. Questo amo del fotografare. Scopro ogni volta qualcosa di diverso da ciò che pensavo di vedere. E imparo.

.

Ciao Mario.

Immagine
Proprio oggi, ma dieci anni fa, terminava la vita di mio padre. Non vide il nuovo sole. Non penso di aver ancora veramente capito cosa sia successo. So solo che mi toccherà la stessa cosa, come a tutti i viventi. Con lui, questo l'ho sentii subito, se ne andò anche la mia immortalità. L'eterno presente che vivevo dalla nascita. Da allora sono in attesa che tocchi anche a me e inganno il tempo cercando di fare tutto quello che sento di voler e dover fare. Dire di più mi suonerebbe stonato. Ciao Mario...

.

MIA 2013, terza edizione.

Immagine
Anche quest'anno la creatura di Fabio Castelli propone al mercato del collezionismo fotografico una variegata offerta di autori di ogni provenienza progettuale e stilistica. Oltre 100 le gallerie presenti, 25 gli autori selezionati come proposte MIA, una cinquantina gli editori e sei gli stand, novità di quest'anno, dedicati al supporto tecnico dei collezionisti. Tutti numeri che si ricavano dall'elenco-mappa distribuito all'ingresso.

Dopo oltre cinque ore passate a visitare palmo a palmo la fiera, la sensazione è quella di una migliore disposizione dei percorsi, lo scorso anno un poco confusi, il che rende più agevole la visita. L'offerta di opere è generalmente di ottimo livello professionale, con l'ormai straripante uso delle carte pregiate stampate a getto d'inchiostro su formati spesso decisamente grandi e con montaggi raffinati. Dal punto di vista progettuale, a mio avviso è però il caso di fare una riflessione, magari a bocce ferme. Gli autori già r…

Tutto il resto.

Immagine
... uno potrebbe anche pensare che la natura vince sempre, che è ancora più forte dell'uomo e invece non è così! In fondo tutte le cose, anche le peggiori, una volta fatte poi si trovano una logica, una giustificazione per il solo fatto di esistere: fanno 'ste case schifose con le finestre in alluminio e i muri di mattoni finti... ...I balconcini, 'a gente ci va a abitare e ci mette... le tendine, i gerani, la televisione e dopo un po' tutto fa parte del paesaggio, c'è, esiste, nessuno si ricorda più di com'era prima, non ci vuole niente a distruggere la bellezza.
... bisognerebbe ricordare alla gente cos'è la bellezza, aiutarla a riconoscela, a difenderla.
... La bellezza, è importante la bellezza, da quella scende giù tutto il resto. 

Peppino Impastato
(dal film "I cento passi" di Marco Tullio Giordana)


.