Nel tempo, nei luoghi.


Il filo rosso che percorre i lavori degli autori in mostra nasce nell'esperienza del tempo come fondamentale luogo esistenziale. Le immagini sono tracce ottiche di un vissuto, contengono pensieri ed emozioni in forme inattese. Sospensioni temporali, rallentamenti dei percorsi quotidiani che producono varchi vuoti attraverso i quali diviene possibile osservare le cose di nuovo. "Come fosse la prima e l'ultima volta", così Luigi Ghirri scriveva. Il fotografico contiene questa opportunità di ripensamento della percezione e gli autori, ciascuno a suo modo, la colgono con coerenza e intensità.

NEL TEMPO, NEI LUOGHI
a cura di Fulvio Bortolozzo

Espongono:
Renato Ballatore, Marco Boggero, Andrea Lombardo,
Bruno Picca Garin, Fiorella Rabellino.

Luogo: Spazio Giotto, via Giotto 11, 10126 Torino.
Inaugurazione: venerdì 25 gennaio, ore 18:30.
Periodo: dal 25 gennaio all'8 febbraio 2013.

Orario:martedì, giovedì e venerdì ore 15:30-18:30
mercoledì ore 12:30-18:30
sabato ore 10-12 14-18
domenica e lunedì chiuso
.

Informazioni:

spazio.giotto@gmail.com



[ENGLISH VERSION]
January, 25th - February, 8th.

NEL TEMPO, NEI LUOGHI
(In Time, In Places)
Curated by Fulvio Bortolozzo.

Photographers: Renato Ballatore, Marco Boggero, Andrea Lombardo, Bruno Picca Garin, Fiorella Rabellino.

At the "Spazio Giotto", via Giotto 11, Torino (Italy).
Opening: January 25th, 6:30 PM.

The works in this collective exhibition are connected each other with the subtle red line originating from the experience of time as a primary existential space. Pictures are optical traces of lived connections. They convey thoughts and emotions in unexpected forms.
Suspended times, slowing of the every day paths make for new ways to look at things. "As if it was the first and the last time", wrote Luigi Ghirri. This option to rethink our perception via what we could call “photographic experience” gets caught by the authors, each in their own way, with strong intensity and consistency.

Info:
spazio.giotto@gmail.com

Post popolari in questo blog

Una cultura fotografica.

Sotto il vestito meno di niente.

La dittatura degli ignoranti.