La voce di Franco


In via Peyron a Torino c'è una galleria piccola piccola nella quale ho visto alcune recenti grandi opere di Franco Borrelli. All'origine di questo suo lavoro ci sono fotografie riprese in varie parti del mondo, ma trasformate in una visione del tutto interiore dalla intensa postproduzione a cui le sottopone l'artista. L'effetto d'insieme si distacca però dalla perversa moda attuale che impone lo stravolgimento a colpi di Photoshop delle tracce ottiche, allo scopo di rendere "interessanti" immagini altrimenti di una banalità sconcertante. La sintesi trovata da Borrelli è infatti davvero convincente. Sono luoghi della mente, senza alcuna pretesa che debbano esistere, anche se niente di ciò che si vede è inventato di sana pianta. L'ambiguità tra verosimile e inverosimile è condotta in punta di elaborazione nella terra di nessuno della narrazione bastante a se stessa. Nulla da dimostrare, nulla da comunicare, solo la fisica, e al contempo inattesa, presenza di un altro modo di pensare e immaginare. Di seguito, qualche appunto, quasi un promemoria per ricordarsi di tornare prima del 18 giugno ad ascoltare cos'altro ha da dirmi la voce di Franco.











FROM INSIDE
Fotografie di Franco Borrelli

19 maggio – 18 giugno 2011

ABF | Scatola Chiara
Piccola galleria per la Fotografia Storica e Contemporanea
Via Amedeo Peyron, 17/E - 10143 Torino
tel. +39 011.1950.7558 cell. +39 333.371.6753 - info@abf-ph.com
visite: dal martedì al sabato 16-19 - (chiuso il 2 giugno) - in altri giorni su prenotazione


.

Post popolari in questo blog

Una cultura fotografica.

Sotto il vestito meno di niente.

La dittatura degli ignoranti.