Solo al di fuori

©2010 Fulvio Bortolozzo - serie Scene di passaggio (Soap Opera).
Arte [...] è cogliere il rapporto complesso e sempre un po' misterioso fra le cose nella loro realtà e lo spirito dell'artista che appunto attraverso l'operazione mentale [...] è in grado di sottrarre l'immagine alla contingenza, alla sua esistenza fenomenica per giungere a un grado di purificazione che le conferisca una ipotesi di assoluto. L'arte intesa dunque come mezzo idoneo non a riprodurre le apparenze fisiche della realtà bensì a creare una cosa nuova, una entità autosufficiente, specchio della relazione complessa e profonda tra l'uomo e il mondo: possibile solo al di fuori di ogni aneddoto rappresentativo.

(Massimo Carrà, "Il piacere della memoria")
.

Post popolari in questo blog

Una cultura fotografica.

Sotto il vestito meno di niente.

La dittatura degli ignoranti.