Molto altro ancora

"Appunti per gli occhi" ©2009 Fulvio Bortolozzo.

Da parte sua Evans nel 1934 compilò una lista di categorie di immagini allo scopo di chiarirsi le idee su quanto stava tentando di fare con il suo lavoro:
Persone, di tutte le classi, circondate da mandrie di nuovi miserabili.
Automobili e il paesaggio automobilistico.
Architettura, il gusto urbano americano. commercio, piccola scala, larga scala, club, finta cultura, cattiva istruzione, religione in decadimento.
I film.
Prove di quello che leggono le persone di città, quello che mangiano, vedono per divertirsi, fanno per rilassarsi senza successo.
Sesso.
Pubblicità.
Molto altro ancora, capisci cosa intendo.
(Geoff Dyer, L'infinito istante)